Bertani

Bertani: storici cultori del miglior Amarone

serata bertani copia

 

Bertani: Le cantine italiane di fama mondiale, storici pionieri della cultura vinicola presentate da Gian Matteo Baldi – Direttore Commerciale Cav. GB Bertani.

A seguire cena di gala e abbinamenti eno-gastronomici delle cantine BERTANI

DESCRIZIONE DELLE PORTATE

entrée:

  • Bocconcini alle Noci e Lardo prelibato
  • Nuvole di Ricotta e Miele

antipasti:
Cupolette di Manzo con Stracciata e Puntarelle profumate al Tartufo

primo:
Mezzelune di Cervo con Cardarelli e Pachino

secondo:
Faraona farcita
contorno:
Fiocchi di Patate novelle

formaggi:

  • Caciocavallo Nostrano,
  • Ubriaco di Amarone (affinato in vinaccia di Amarone),
  • Caciotta Nocetto (stagionato in foglie di noci)
  • Pecorino Garganico (stagionato 18 mesi)

dolce:
Ciangularie Garganiche

I vini saranno presentati e serviti dal sommelier A.I.S. Pietro Fuiano

ABBINAMENTI VINI BERTANI

entrée e antipasti:
Soave Vintage Edition 2011
Soave D.O.C. Classico | 2011 –> scheda tecnica

primo:
Secco Vintage Edition 2010
Verona I.G.T. | 2010 –> scheda tecnica

secondo:
 Villa Arvedi Amarone 2011
Amarone della Valpolicella Valpantena D.O.C.  –> scheda tecnica

formaggi:
 Amarone Classico Riserva 2006
Amarone della Valpolicella Classico doc AL VERTICE DI TUTTE LE GUIDE ITALIANE –> scheda tecnica

dolce:
Recioto
Recioto della Valpolicella Valpantena D.O.C.  –> scheda tecnica

POSTI LIMITATI consigliamo la prenotazione
Prezzo per Persona € 60

 PARTECIPA ALL’EVENTO SU FACEBOOK

l’Amarone Classico Bertani nasce da un lavoro artigianale di altissimo livello e richiede oltre ad una expertise tecnica specifica, anche l’utilizzo di una materia prima di elevata ed unica qualità: uve perfette, integre, messe a riposo esclusivamente su graticci in canna di bambù (arele), in locali di collina naturalmente arieggiati.
L’appassimento avviene, quindi, in forma completamente naturale, aspetto determinante che conferisce all’Amarone Classico Bertani uno stile unico ed una esclusiva longevità. In questo processo naturale diventa determinatamente la qualità delle uve e meno invece il metodo (appassimento) con il quale si ottiene questo vino. In Bertani non a caso si continua a non parlare di appassimento ma di messa a riposo delle uve.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *